Muladhara Shop Online

L'angolo Food

Sale cristallino himalayano integrale non raffinato 1000g

Cod. Shg
Sale cristallino himalayano integrale non raffinato 1000g
Novità
Inner Life

Aggiungi al carrello
€ 3,00 IVA inclusa

SALE DELL’ HIMALAYA

Origine e formazione del Sale dell'Himalaya

Il sale dell'Himalaya, comunemente chiamato sale rosa è un halite (o salgemma), ovvero un minerale di cloruro di sodio proveniente dal Pakistan e commercializzato in Nord America, Australia ed Europa verso l'inizio del XXI secolo.

Il sale rosa è un sale marino fossile. La sua formazione cristallina risale infatti a circa 250 milioni di anni fa. Il salgemma è composto da una serie di singoli elementi minerali legati al reticolato cristallino solo parzialmente, mentre un cristallo possiede una struttura geometrica ben definita e articolata e caratterizzata da elementi minerali aggiuntivi al cloro e al sodio, con una disposizione spazialmente ordinata.

Questa struttura singolare è dovuta principalmente alle continue pressioni a cui è stato sottoposto per milioni di anni durante la genesi dell'imponente catena montuosa dell'Himalaya. Fu proprio questo processo di formazione che, oltre a trasformare questo sale in cristallo, ha anche permesso al medesimo di assorbire gli 84 oligoelementi che lo caratterizzano, dal momento in cui sono considerati molto preziosi per il nostro organismo.

Il sale rosa dell'Himalaya venne scoperto nel 350 a.C. dalle popolazioni locali, tuttavia la sua estrazione fu regolamentata dall'Impero Britannico a partire dal XVI secolo, successivamente alla conquista dell'India da parte degli inglesi stessi, che impostarono un metodo in grado di estrarre il prodotto senza però danneggiare il paesaggio.

Questo tipo di sale è contraddistinto da venature di colore rosa, rosso o arancio più o meno intense, esso non viene sottoposto ad alcun tipo di trattamento tanto che una volta estratto si presenta puro, alla stregua di quello sedimentato nei giacimenti migliaia di anni prima.

La sua estrazione avviene manualmente nella miniera di sale di Khewra (considerata la seconda miniera di sale più grande al mondo), situata nel distretto di Jhelum, in Punjab, Pakistan.

 Ne esistono di molti tipi, di diversa provenienza, con colori e proprietà diverse tra loro: ogni parte della Terra ha il suo tipo di sale.  Quello che noi tutti conosciamo ovviamente è quello bianco ed estratto dal mare: l’acqua marina viene raccolta nelle saline e fatta evaporare, facendo affiorare così il sale, che successivamente in raffineria, viene lavato, depurato e spesso lavorato con elementi chimici per evitare che assorba umidità e formi fastidiosi grumi, oltre che per mantenerne la bianchezza innaturale.

Ma esistono altri tipi di sale che non provengono dal mare, ma dalle miniere: milioni di anni fa, con l’ascesa di numerose catene montuose, ampi specchi di mare sono rimasti intrappolati sulla terraferma. Gradualmente l’acqua è evaporata, lasciando depositati il sale e tutti gli elementi nutritivi che essa conteneva, dando vita al sale rosa. Perciò questo tipo di sale è più puro, oggi viene estratto dal suolo e quindi è incontaminato come al momento del suo deposito.

I benefici del sale rosa dell’Himalaya e le sue proprietà benefiche per ritenzione idrica e ipertensione

Conosciamo il sale rosa dell’Himalaya

Il sale rosa dell’Himalaya è ben diverso dal comune sale da cucina, che è costituito essenzialmente da cloruro di sodio. Il sale himalayano è puro, molto antico, privo di tossine e di sostanze inquinanti che possono contaminare le tipologie di sale che provengono da mari e oceani.

Il sale rosa sull’Himalaya è conosciuto anche come “oro bianco”. Si tratta infatti di una risorsa davvero preziosa. E’ ricchissimo di sali minerali, che invece sono del tutto assenti nel sale da cucina, tra i quali troviamo soprattutto il ferro. Il caratteristico colore rosa è dovuto sia all’elevata presenza infatti di tale minerale, sia al fatto che questa speciale varietà di sale non viene sottoposta ad alcun trattamento sbiancante. Per questo motivo può avere diverse sfumature rosa o rossicce e può essere nel colore dei grani molto disomogeneo.

 

Infatti il sale rosa non è raffinato e non viene trattato con alcun procedimento chimico, è incontaminato: quando viene estratto, risulta puro proprio come quando si era depositato nel suolo migliaia di anni prima: viene estratto, selezionato, lavato in soluzione satura per togliere polvere ed eventuali residui, macinato e impacchettato.

Il nostro intestino lo assorbe meno, il che è un bene, e il suo gusto tende a valorizzare il sapore dei cibi senza coprirlo.

E’ l’unico che unisce al cloruro di sodio altri 84 oligoelementi, tutti quelli di cui abbiamo bisogno, nelle giuste proporzioni.

Esiste sia in grani grossi che fino, usiamolo pertanto su ogni piatto: dalla bollitura dell’acqua per la pasta all’insalata.

Ma esiste anche in pezzi molto più grandi, utilizzati principalmente per estetica, e in contenitori appositi per attirare l’umidità in eccesso e non ultimo viene anche venduto sotto forma di lampada, cuscini di grani.

I benefici?

Innanzitutto, l’impiego di sale rosa dell’Himalaya, in sostituzione del comune sale da cucina, limita il rischio di ritenzione idrica e di ipertensione, poiché il suo contenuto di cloruro di sodio è decisamente ridotto. Vi sono poi numerosi benefici che possono derivare dall’uso alimentare del sale rosa dell’Himalaya:

Controllo dei livelli di acqua presenti nell’organismo e loro regolazione in modo da garantirne il corretto funzionamento.

Promuovere un equilibrio stabile del pH a livello delle cellule, cervello incluso.

Aiutare la riduzione dei comuni segni di invecchiamento.

Promuovere un miglioramento della capacità di assorbimento degli elementi nutritivi presenti nel cibo lungo l’intestino.

Supportare la respirazione e la circolazione.

Ridurre i crampi.

Accrescere la forza delle ossa.

Promuovere la salute dei reni rispetto all’uso del comune sale da cucina.

Favorire un sonno migliore e regolare.

Il sale rosa non essendo raffinato, cioè non trattato chimicamente in alcun modo non ha nessuna aggiunta di anti agglomeranti o altri componenti chimici.

Non solo in cucina…

Il sale rosa non è soltanto un condimento. Vi sono infatti alcuni interessanti usi alternativi del sale rosa dell’Himalaya che vanno al di fuori dell’ambito alimentare: la preparazione di uno scrub per la pelle ad esempio, oppure il suo impiego per un bagno caldo e per la riduzione dei dolori articolari e la realizzazione di una soluzione salina adatta a disinfettare il cavo orale in caso di mal di gola e di raffreddore.

L’acqua infatti ha la capacità di arrivare anche nei punti più difficili e il sale è disinfettante e cicatrizzante. Per questo è molto importante avere sempre a disposizione un vaso, possibilmente di vetro, con del sale dentro e dell’acqua di buona qualità.

Sale e calore

La combinazione di questi due elementi, sale rosa e calore, danno vita ad alcune reazioni molto importanti che possono aiutarci concretamente al mantenimento quotidiano del nostro benessere.

Le lampade di sale

In parole semplici, nell’aria esistono ioni negativi e ioni positivi che sono i responsabili della carica elettrostatica di un ambiente. Se i due sono in equilibrio fra loro, ci sentiamo bene e respiriamo bene. Ma se una delle due cariche prende il sopravvento la situazione si squilibra e possono insorgere diversi problemi come irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Apparecchiature comuni come elettrodomestici, tv, radio, computer quando sono in funzione emettono molti ioni positivi, chi non ne è quotidianamente circondato?

Mentre le lampade di sale accese e riscaldate dalla lampadina al loro interno emettono ioni negativi che vanno a compensare l’elettrostaticità dell’aria. Oltre a questa utilissima funzione, il colore del sale rosa dona una gradevolissima luce ambrata, molto rilassante e avvolgente.

Quale sono i punti di forza di questo prodotto?

La natura ci offre un sale che non fa male e che addirittura apporta una serie di benefici: il sale cristallino dell'Himalaya. Punto di forza di questo pregiato prodotto naturale è rappresentato dai suoi microelementi minerali, quali cloruro di sodio e altri 84 elementi di cui il nostro organismo necessita, fra cui troviamo anche calcio, potassio, ferro, ossido di zolfo, magnesio, rame, cobalto. Inoltre non è trattato chimicamente e la sua forma a cristallo, frutto di 250 milioni di anni, gli ha permesso di accorpare in ogni granello, tutti gli oligoelementi e nutrienti necessari all'organismo umano.

Quali sono i benefici principali che ne hanno derivato gli utilizzatori?

Le proprietà benefiche del sale dell'Himalaya sono attualmente riconosciuti anche dalla medicina tradizionale. I principali benefici dell'utilizzo di questo prodotto possono essere così sintetizzati: nella cura dei disturbi delle vie respiratorie e nelle malattie della pelle; ma esso è anche un ottimo rimedio per bagni idrosalini per il lavaggio del naso, della bocca e degli occhi, inoltre viene utilizzato nella cura delle allergie da polline o raffreddore da fieno, nei disturbi digestivi, nella cura della gotta, nelle disfunzioni renali, ed infine è un ottimo rimedio contro l'ansia e i disturbi del sonno.

Sale Himalayano Cristallino - Inner Life viene estratto a mano, lavorato ed asciugato al sole per non alterarne la biofisicità e le informazioni energetiche contenute.

Ricco di minerali ed oligoelementi (calcio, potassio, rame, zinco, ferro, zolfo e antiossidanti) promuove la capacità di assorbimento degli elementi nutritivi presenti nel cibo lungo l'intestino.

Integrale e Non Raffinato mantiene un sapore più rotondo e sottolinea il gusto del cibo, senza coprirlo.

 

 

Richiedi informazioni su
Sale cristallino himalayano integrale non raffinato 1000g

Muladhara Shop

Piazza Pace, 9 - 40013 Castel Maggiore (Bologna) Italy
Tel. +39 333 5247677
infonontiscordarditenet

© 2019 Muladhara Shop. Tutti i diritti riservati
P.IVA 02048051201 - Privacy & Legal