Muladhara Shop Online

Trattamenti Olistici

Shiatsu

Cod. TSH
Shiatsu
Muladhara

Aggiungi al carrello
€ 40,00 IVA inclusa
Costo a seduta

 La tenerzza delle parole
Crea fiducia
La tenerezza dei pensieri
Crea profondità
La tenerezza dei gesti
Crea amore

LAO-TSE

Lo shiatsu masce in ùgiappone, come rielaborazione di un altro tipo di trattamento manuale l'Almà, il quale a sua volta deriva probabilmente dall'Anfà, una delle tecniche del massaggio tradizionale cinese (Tuinà).

Il tuinà costituisce una delle branche della medicina tradizionale cinese.

La costruzione di questo albero genealogico dello shiatsu, serve per comprendere come i principi fondamentali a ciu esso si ispira siano quelli della medicina tradizionale cinese e del pensiero filosofico cinese.

Shiatsu tradotto letteralmente significa shi=dito, atsu=pressione.

Lo shiatsu comprende una vasta gamma di stili e sutazioni di trattamento, lo si può ricevere su di un futon completamente vestiti o meno, seduti su uno sgabello a una manifestazione salutistica occidentale, su un lettino regolabile in altezza.

Il trattamento può avvenire sotto forma di forte pressione energetica, con manipolazione più lieve e delicata con varie estensioni degli arti, mentre un altro stile opera senza toccare il corpo, si può fare una valutazione energetica del polso, oppuere premendo sia alcuni punti dell'addome o zone dell'addome o del dorso, oppure valutando alcune caratteristiche del viso o dell postura in generale.

Si pensa spesso che lo shiatsu derivi dall'agopuntura, è probabile invece che esso sia antecedente a tale venerabile disciplina, pochè il tocco è la forma di cura più istintiva che esista, possiamo supporre che la stomilazione sei punti dei meridiani sia assai antecedente ai primi aghi di pietra per agopuntura risalenti al neolitico, circa 8000 a.c.

E' possibile che punti e meridiani usati nell'agopuntura siano stati scoperti attraverso il tocco.

Alcuni docenti di agopuntura sostengono che in origine i meridiani fossero percepiti come flussi di sensazioni che percorrevano il corpo dopo la stimolazione di un punto mediante un ago, ma lo stesso effetto si può produrre con una semplice pressione su di un punto, vi sono alcuni stili che usano soprattutto i meridiani e non i punti, secondo un metodo che risale alla preistoria della medicina tradizionale cinese.

Nel frattempo gli usi occidentali, compreso al medicina allopatica, prendevano piede in Giappone e gradatamente le tecniche e la terminologia medica occidentale entrarono nel repertorio dei praticanti shiatsu; i punti cominciarono ad essere conosciuti solo in base alla locazione anatomica occidentale e si perse il concetto di meridiani.

Takujiro Namikoshi nel 1925 fondò la clinica di pressoterapia e tentò di inserire le tecniche dello shiatsu in una cornice occidentale. La scuola era, e rimane, l'unica ufficialmente autorizzata a insegnare lo shiatsu con il risultato che il metodo Namikoshi è il più studiato in Giappone.

I suoi allievi individuani i punti in base alla locazione anatomica, invece che attraverso il sistema dei meridiani, prediligendo un approccio scientifico occidentale rispetto al trattamento secondo la teoria classica.

Lo shiatsu continuò ad essere pratico e insegnato sia secondo la tradizione, sia nel nuovo stile fino all'occupazione americana della seconda guerra mondiale, quando il generale Mac Arthur, in un programma di repressione della cultura tradizione giapponese ne bandì la pratica, insieme a quella dell'Anmà, il massaggio rilassante in genere,

L'Anmà era praticato quasi esclusivamente dai ciechi, secondo una tradizione osservata in molti paesi dell'estremo oriente per rispetto al pudore, ma anche lo shiatsu aveva praticanti non vedenti, quindi il loro sostentamento venne messo a repentaglio da tale divieto.

Si racconta che questo problema fu portato all'attenzione di Helen Keller, nota scrittrice che cieca e sorda dalla nascita perorava le cause dei ciechi, la sua intercessione presso il governo americano permise alle due pratiche di recuperare lo status originario.

Il capitolo successivo della storia dello shiatsu cominciò con l'opera Shizuto Masunaga, docente di psicologia all'università di Tokyo, il cui profondo interesse per la medicina tradizionale cinese lo spinse a svolgere vaste ricerche su antichi testi cinesi.

La madre aveva studiato con Tamai Tempakiche negli anni venti, e aveva avuto una parte fondamentale nella rinascita dello shiatsu. Anche Masunaga studiò shiatsu presso la scuola di Namikoshi, dove diventò insegnante per 10 anni, cominciò cosi a fondere le tre aree di interesse: la psicologia, la pratica dello shiatsu ortodossa e la ricerca storica delle origini, unendo alla moderna interpretazione occidentale della fisiologia.

Il suo stile dominato zen-shiatsu ha un ampia teoria che comprende i modelli orientali e occidentali relativi agli squilibri energetici. Masunaga sviluppò ulteriormente i tradizionali metodi di valutazione energetica attraverso la palpazione dell'Hara e del dorso, derivandone una tecnica unica per la valutazione del quadro energetico attuale, e di intervento sui meridiani interessati per correggere le disarmonie.

Arricchì inoltre il sistema dei meridiani, fondamento dello shiatsu, tracciando i percorsi del ki, percepiti dal ricevente come flussi di sensazioni e rilevabili dal praticante, estese i dodici meridiani classici dell'agopuntura in modo da potervi agire in quasi ogni parte del corpo.

 

Richiedi informazioni su
Shiatsu

Muladhara Shop

Piazza Pace, 9 - 40013 Castel Maggiore (Bologna) Italy
Tel. +39 333 5247677
infonontiscordarditenet

© 2019 Muladhara Shop. Tutti i diritti riservati
P.IVA 02048051201 - Privacy & Legal